Sepro Ambiente Amianto Eternit

Top Amianto Eternit

 
 Smaltimento eternit

L'amianto in fibra libera, così come quello in matrice cementizia, entrambe largamente utilizzati come isolanti in edilizia sino alla fine degli anni '80 sono stati messi al bando a partire dai primi anni '90.

Dopo un primo periodo si è iniziata la scoibentazione, con la rimozione e sostituzione dell'eternit/amianto, ne è derivatala necessità di procedere in 2 distinte fasi, la prima consistente nella rimozione, la seconda nello smaltimento delle lastre, coppelle, tubi, cisterne, ecc.

Sepro srl predispone i piani di bonifica volti ad ottenere l'approvazione dell'intervento da parte dello Spisal territorialmente competente. Sepro ha sviluppato un algoritmo per la rilevazione a distanza delle superifici e delle quantità di eternit presenti su tetti ricurvi come quello rappresentato nell'immagine di intestazione, tipicamente presente nei vecchi capannoni industriali dismessi. Dispone di personale qualificato, provvisto delle attestazioni per poter operare e coordinare le squadre di operatori che intervengono nella prima fase.

Sepro organizza inoltre la fase logistica necessaria volta allo smaltimento del materiale di risulta; attualmente la maggior parte dei materiali viene inviata in Germania a fronte di notifiche.

Nel 2007 Sepro, attraverso una propria società ha provveduto ad inviare mediante notifiche Europee di conferimento di Eternit [CER 17.01.05*] oltre 15.000 tonnellate di materiale, trattato e imballato in base all'attuale normativa.