Sepro Ambiente glossario tecnico ambientale

Ricerca termini specialistici ambiente

 
 
inizio pagina indietro pagina avanti fine
INIZIO INDIETRO AVANTI ULTIMO

Abiotico
Indica l'assenza di organismi viventi.

Abitanti equivalenti
Parametro di equivalenza del carico inquinante prodotto per abitante, pari convenzionalmente ad un BOD di 60 gr di ossigeno al giorno. È un concetto utile per esprimere il carico di una particolare utenza civile o industriale dell'impianto di depurazione, in termini omogenei e confrontabili con le utenze civili. L'equivalenza si può riferire o al carico idraulico, o al carico in solidi sospesi, o infine, (ed è questo il caso più frequente) al carico organico espresso come BOD5. Si assume il valore di 54 gr/giorno come quantità di ossigeno necessaria per degradare la materia organica contenuta nello scarico giornaliero prodotto da un abitante civile.

Ablazione
Processo di fusione della neve e del ghiaccio dei ghiacciai.

ACCREDIA
Ente Italiano di Accreditamento - Per l'accreditamento di laboratori di prova, laboratori di taratura, organismi di certificazione, organismi di ispezione.

Acidità
La caratteristica chimico-fisica dell'acqua determinata essenzialmente dalla presenza di acidi minerali liberi, di acidi deboli, di acidi organici, di sali che si scompongono nel mezzo liquido dando origine a idrati. Viene indicata con valori di pH da 1 a 7.

Acque reflue
Si indicano con questo nome tutti i rifiuti liquidi provenienti dalle attività fisiologiche dell'uomo (metabolismo) oppure da sue attività lavorative primarie (agricoltura e allevamento di bestiame) o secondarie (industria). Tali rifiuti contengono sostanze organiche ed inorganiche sovente assai nocive le quali, se immesse senza alcun trattamento di depurazione nell'ambiente naturale, lo contaminano gravemente con conseguenze, anche gravi, per gli esseri viventi del medesimo ambiente.

Adr
l'ADR, sigla di Accord Dangereuses Route, sintesi di " Accord europeen relatif au transport international des marchandises dangereuses par route" è l'accordo che regola i trasporti internazionali di merci pericolose su strada firmato a Ginevra il 30.09.1957. La disciplina ADR recepita nella normativa nazionale con DM 4.9.1996 (ora sostituito da DM 3.5.2001) è periodicamente revisionata ed aggiornata. La cadenza delle modifiche è generalmente biennale.

Aerobico
Processo attuato dall'azione di micro organismi che necessitano di condizioni ambientali caratterizzate dalla diffusa presenza di ossigeno libero

Agenti patogeni per le colture
Batteri, virus e piccoli organismi pluricellulari (nematodi, funghi, etc.) che causano malattie per le piante coltivate. L'insorgere della malattia (o infezione) dipende dal numero di patogeni (dose minima infettante), dalla loro virulenza, dall'organo della pianta colpito e dalla ricettività delle singole piante.

Agenti patogeni per l'uomo
Batteri, virus o piccoli organismi pluricellulari (ad esempio protozoi) che causano malattie per l'uomo. L'insorgere della malattia (o infezione) dipende dal numero di patogeni (dose minima infettante), dalla loro virulenza e dalla ricettività degli individui.

Agricoltura biologica
Forma di agricoltura nella quale non si adoperano prodotti chimici.

Albo Gestori Rifiuti
L'Albo nazionale delle imprese esercenti servizi di smaltimento dei rifiuti istituito ai sensi dell'articolo 10 del decreto legge 31 agosto 1987, n. 361, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 ottobre 1987, n. 441, assume la denominazione di Albo nazionale delle imprese che effettuano la gestione dei rifiuti, di seguito denominato Albo, ed è articolato in un Comitato nazionale, con sede presso il Ministero dell'ambiente, ed in Sezioni regionali, istituite presso le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura dei capoluoghi di regione. I componenti del Comitato nazionale e delle Sezioni regionali durano in carica cinque anni.

Albo Gestori Rifiuti Comitato Nazionale
Il Comitato nazionale dell'Albo ha potere deliberante ed è composto da 15 membri esperti nella materia nominati con decreto del Ministro dell'ambiente, di concerto con il Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato, e designati rispettivamente:

Albo Gestori Rifiuti componenti (a)
a) due dal Ministro dell'ambiente, di cui uno con funzioni di Presidente;

Albo Gestori Rifiuti componenti (b)
b) uno dal Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato, con funzioni di vicepresidente;

Albo Gestori Rifiuti componenti (c )
c) uno dal Ministro della sanità;

Albo Gestori Rifiuti componenti (d)
d) uno dal Ministro dei trasporti e della navigazione;

Albo Gestori Rifiuti componenti (e)
e) tre dalle Regioni;

Albo Gestori Rifiuti componenti (f)
f) uno dell'Unione italiana delle Camere di Commercio;

Albo Gestori Rifiuti componenti (g)
g) sei dalle categorie economiche, di cui due delle categorie degli autotrasportatori.

inizio pagina indietro pagina avanti fine
INIZIO INDIETRO AVANTI ULTIMO